no, vaffanculo tu.

Desistere! Desistere! Desistere!
fb: /kaddour.kouachi

Ci tengo a ricordare che il guinness per il bestemmione in caduta libera appartiene a Vladimir Komarov

TEXT 43

iceageiscoming:

Vladimir Komarov nel 1967 fu scelto come comandante della missione Soyuz 1: accettò di volare su una navicella non sicura (erano stati individuati 203 (duecentotre!) difetti, ma i capi del partito insistettero per far volare per la prima volta la nuova navicella con un pilota a bordo in occasione dell’anniversario nascita di Lenin), conscio della praticamente certa morte in fase di rientro, per salvaguardare la vita del pilota di riserva, il suo grande amico Gagarin.

La missione era disastrosa: una serie di guasti l’avevano trasformata in un incubo. Si decise quindi di abortire la missione dopo che il sistema di guida automatica andò a puttane e quello manuale si dimostrò difettoso.

In fase di rientro ci furono dei problemi con i paracadute e la navicella si schiantò a terra. Komarov sicuramente morì nell’impatto, ma non è chiaro se la morte sopraggiunse prima a causa del calore: nell’impatto la navicella si incendiò. Del povero astronauta non rimase molto.

Pare che in fase di rientro, oltre che qualche parola per la moglie e i figli, abbia avuto qualche pensiero per i tecnici e i suoi superiori. Ma ufficialmente questa fonte non è mai stata confermata: le trascrizioni ufficiali non menzionano nulla di tutto questo.

Мадонна шлюха

(via scarligamerluss)


Tuesday, 10/16/2012 — 2 years ago